February 24, 2021

Equinix e Vodafone collaborano per costruire un hub digitale a Genova, che collega Africa, Europa e Medio Oriente

Il nuovo sito (GN1) accoglierà il sistema di cavi 2Africa in Italia, posizionando il Paese come punto di interconnessione strategico per le reti di cavi sottomarini

GENOVA, Italia – 24 febbraio, 2021 – Equinix, Inc. (Nasdaq: EQIX), azienda globale di infrastrutture digitali™, e Vodafone annunciano oggi il progetto per costruire un nuovo hub di attracco per cavi sottomarini a Genova, denominato GN1. Situata sulla costa nord-occidentale dell’Italia, Genova ha una ricca storia nel commercio marittimo ed è posizionata in modo da essere un punto strategico nella mappa globale dei cavi sottomarini. Vodafone, che è la capofila del consorzio per gli approdi europei, farà attraccare il sistema di cavi 2Africa a Genova e utilizzerà la struttura GN1 di Equinix come punto di interconnessione strategico per questo sistema di cavi sottomarini, creando una connettività più forte in Europa e contribuendo a costruire una società digitale inclusiva per tutti.

2Africa è uno dei più grandi progetti al mondo di cavi sottomarini per le telecomunicazioni, guidato da un gruppo di aziende partner. Il cavo circumnavigherà il continente africano, collegando direttamente 16 Paesi all’Europa e al Medio Oriente. Questo fornirà l’indispensabile capacità e affidabilità di Internet, sostenendo l’ulteriore crescita del 4G, del 5G e dell’accesso a banda larga fissa per centinaia di milioni di persone. Il progetto guiderà anche la crescita di economie sempre più digitalizzate in tutta Europa, rafforzando la connettività tra i Paesi europei.

GN1 avrà una connessione in fibra diretta a ML5, il data center flagship di Equinix che verrà presto aperto a Milano, e permetterà ai clienti di Equinix di aumentare il numero di partner con cui connettersi ed espandere la loro reach in nuovi mercati.

L’arrivo di 2Africa nel nuovo sito di Genova e la connessione diretta con Milano fa sì che GN1 offra una nuova opzione alternativa, complementare e diversificata, per l’area mediterranea. Infatti, essendo il primo data center di Genova carrier-neutral, GN1 offrirà ai clienti servizi di colocation e interconnessione sicuri e resilienti, oltre alla possibilità di sfruttare direttamente gli ecosistemi digitali e le strutture di colocation di Equinix a Milano. GN1 fornirà una capacità di 150 cabinet equivalenti e uno spazio di colocation di circa 6.000 piedi quadrati (560 metri quadrati).

Si prevede che 2Africa fornirà più della capacità totale combinata di tutti i cavi sottomarini che servono l’Africa oggi, con una capacità di progettazione fino a 180 Tbps su segmenti chiave del sistema. Ciò sarà fondamentale per aiutare a costruire una società digitale pronta per i servizi che richiedono una grande quantità di trasferimento dati, come il cloud computing o i video.

La necessità di solide infrastrutture digitali si può osservare in tutto il mondo, e l’Africa non fa eccezione. Il continente sta vivendo un periodo critico di digital transformation e di sviluppo della propria economia digitale. Nei prossimi anni, le tecnologie digitali dovrebbero essere il fattore per migliorare la qualità della vita dei cittadini africani e per guidare lo sviluppo economico della regione. GSMA prevede che il numero degli utenti di Internet mobile in Africa continuerà a crescere rapidamente, determinato principalmente dalla diffusione degli smartphone e dalla mancanza di infrastrutture di linea fissa, che ha portato a un boom di nuovi servizi come il mobile payment, la messaggistica istantanea, i contenuti multimediali in streaming online e i video brevi.

Elementi chiave

  • Il progetto 2Africa include partner come China Mobile International, Facebook, MTN GlobalConnect, Orange, stc, Telecom Egypt, Vodafone e WIOCC. Il sistema di cavi supporterà la digitalizzazione in tutto il continente africano portando una maggiore capacità, qualità e disponibilità di connettività Internet tra l’Africa e il resto del mondo.
  • La responsabilità per l’attracco del cavo 2Africa è suddivisa tra le diverse parti di 2Africa, a seconda della posizione. Vodafone sta gestendo tutti gli attracchi europei, insieme ad altri siti selezionati.
  • In quanto sede del cloud interconnesso®, Equinix è una destinazione naturale per i sistemi di cavi sottomarini e una porta d’accesso a nuove opportunità per gli operatori del sistema e i loro clienti. Equinix ospita oltre 2.950 fornitori di servizi cloud e IT sulla propria piattaforma globale e può supportare i sistemi di cavi sottomarini in 40 aree metropolitane in tutto il mondo. Quando i sistemi di cavi sottomarini sono collegati agli ecosistemi cloud e content sulla Piattaforma Equinix®, gli utenti possono accedere a una varietà di servizi cloud scalabili quasi ovunque ne abbiano bisogno. E poiché Equinix è carrier-neutral, gli operatori di sistemi sottomarini possono offrire capacità di rete in eccesso ai clienti che altrimenti non potrebbero raggiungere con la stessa rapidità o efficienza i mercati serviti dalle nuove architetture sottomarine.
  • GN1 è stato costruito in linea con gli standard ambientali globali e sarà parte di un portfolio di alcuni dei data center più efficienti al mondo dal punto di vista energetico. Si prevede, infatti, che GN1 utilizzerà il 100% di energia rinnovabile. Come azienda di infrastrutture digitali del mondo, Equinix sta lavorando per proteggere, connettere e alimentare un mondo digitale più sostenibile affrontando proattivamente i suoi impatti ESG. Equinix ha recentemente ottenuto il punteggio più alto nella sua prima partecipazione alla survey Committed to Sustainability di DPP, e si è unita ai provider europei di infrastrutture cloud e data center e alle associazioni di categoria europee per formare il Climate Neutral Data Centre Operator Pact e il Self-Regulatory Initiative.
  • ML5 sarà il nuovo data center flagship International Business Exchange™ (IBX®) a Milano che offre una colocation all’avanguardia, oltre a una serie di servizi di interconnessione avanzati, tra cui Equinix Fabric™ ed Equinix Internet Exchange®, che consentono interconnessioni virtuali con alcuni dei più grandi cloud provider del mondo, come Amazon Web Services, Microsoft Azure, Oracle Cloud Infrastructure e Google Cloud. Una volta aperto, ML5 fornirà una capacità di 500 cabinet equivalenti e uno spazio di colocation di circa 15.000 piedi quadrati (1.400 metri quadrati).
  • Il volume 4 dell’Indice di Interconnessione Globale, uno studio di mercato recentemente pubblicato da Equinix, prevede che la larghezza di banda complessiva di interconnessione - la misura della connettività privata per il trasferimento di dati tra organizzazioni - raggiungerà un tasso di crescita annuale composto del 45% (CAGR) dal 2019 al 2023, a livello globale. La crescita prevista è guidata dalla trasformazione digitale, e in particolare, da una maggiore richiesta da parte delle imprese di estendere la propria infrastruttura digitale da sedi centralizzate a edge location distribuite.

Dichiarazioni

  • Nick Gliddon, Director, Vodafone Carrier Services:
    “Il progetto 2Africa è estremamente importante per migliorare la connettività tra Europa, Africa e Medio Oriente, e migliorerà anche la connettività intraeuropea. Collegando Spagna e Portogallo direttamente a Genova e Milano, il sistema eviterà i colli di bottiglia in fibra che si verificano naturalmente tra Francia e Spagna, rafforzando ulteriormente le reti Gigabit di Vodafone.”
     
  • Emmanuel Becker, Managing Director, Italy, Equinix:
    “L’Italia è un importante mercato in crescita per Equinix in EMEA, in quanto è un punto di interconnessione strategico per la regione e non solo. Stiamo lavorando per offrire ai nostri clienti un migliore accesso alla rete globale di cavi sottomarini, in modo che abbiano maggiori opportunità di espansione a livello internazionale. Grazie anche all’apertura del nostro nuovo data center a Milano, ML5, stiamo creando un’area metropolitana interconnessa dove i clienti possono connettersi con partner commerciali strategici in Italia e nel mondo”.
     
  • Eugene Bergen Henegouwen, President, EMEA, Equinix:
    “Sono entusiasta di aggiungere una nuova area metropolitana al nostro portfolio EMEA. Il sito di Equinix a Genova fornisce un ottimo hub di attracco per gli operatori di cavi sottomarini, e allo stesso tempo aumenta gli ecosistemi digitali presso ML5, il nostro data center flagship di Milano, recentemente annunciato. Equinix continua a focalizzarsi sull’espansione della propria posizione come service provider di connettività globale. Il nostro impegno è sempre quello di supportare le crescenti richieste che stiamo vedendo da parte delle aziende a livello globale per accelerare la loro trasformazione digitale. Stiamo aiutando le aziende a connettersi a tutto ciò di cui hanno bisogno per avere successo, e continueremo a farlo.”
     
  • Marco Bucci, Mayor of Genoa City:
    “Siamo molto entusiasti di essere la città che ospiterà il nuovo hub di attracco per cavi sottomarini GN1, che servirà come punto di approdo per il cavo 2Africa nel nord Italia. Genova è nota per il ruolo centrale che ha giocato nel commercio marittimo per molti secoli. Grazie a GN1, la città diventerà uno dei principali porti digitali d’Europa, e svolgerà un ruolo chiave nel trasferimento dei dati a livello globale.”

Altri contenuti

Equinix
Equinix (Nasdaq: EQIX) è l’azienda globale di infrastrutture digitali, che consente ai leader digitali di sfruttare una piattaforma affidabile per riunire e interconnettere l’infrastruttura fondamentale che alimenta il loro successo. Equinix consente alle aziende di oggi di accedere a tutti i luoghi, i partner e le possibilità giuste di cui hanno bisogno per accelerare i propri vantaggi. Con Equinix, possono scalare con agilità, accelerare il lancio dei servizi digitali, offrire esperienze di livello mondiale e moltiplicare il loro valore.

Vodafone
Vodafone è un’azienda di telecomunicazioni leader in Europa e in Africa. Il nostro scopo è quello di “connetterci per un futuro migliore” e la nostra esperienza e le nostre dimensioni ci danno un’opportunità unica di guidare un cambiamento positivo per la società. Le nostre reti tengono collegate famiglie, amici, aziende e governi e - come ha chiaramente dimostrato il COVID-19 - giochiamo un ruolo importante nel mantenere le economie in funzione e il funzionamento di settori critici come l’istruzione e la sanità.

Vodafone è il più grande operatore di rete mobile e fissa in Europa e uno dei principali provider di connettività IoT a livello globale. La nostra piattaforma tecnologica M-Pesa in Africa consente a oltre 45 milioni di persone di beneficiare dell’accesso ai pagamenti mobili e ai servizi finanziari. Gestiamo reti mobili e fisse in 21 paesi e siamo partner di reti mobili in altri 48. Al 31 dicembre 2020, avevamo oltre 300 milioni di clienti mobile, oltre 27 milioni di clienti di banda larga fissa, oltre 22 milioni di clienti TV e abbiamo collegato oltre 118 milioni di dispositivi IoT.

Sosteniamo la diversità e l'inclusione attraverso le nostre politiche di maternità e congedo parentale, dando potere alle donne attraverso la connettività e migliorando l’accesso all'istruzione e alle competenze digitali per le donne, le ragazze e la società in generale. Siamo rispettosi di tutti gli individui, indipendentemente da razza, etnia, disabilità, età, orientamento sessuale, identità di genere, credo, cultura o religione.

Vodafone sta inoltre compiendo passi significativi per ridurre il nostro impatto sul pianeta riducendo le emissioni di gas serra del 50% entro il 2025, acquistando il 100% dell’elettricità da fonti rinnovabili entro il 2025 e riutilizzando, rivendendo o riciclando il 100% delle nostre apparecchiature di rete ridondanti.

Per maggiori informazioni, visita http://www.vodafone.com, seguici su Twitter @VodafoneGroup o collegati con noi su LinkedIn all’indirizzo www.linkedin.com/company/vodafone.

Forward-Looking Statements
This press release contains forward-looking statements that involve risks and uncertainties. Actual results may differ materially from expectations discussed in such forward-looking statements. Factors that might cause such differences include, but are not limited to, the challenges of acquiring, operating and constructing IBX data centers and developing, deploying and delivering Equinix products and solutions, unanticipated costs or difficulties relating to the integration of companies we have acquired or will acquire into Equinix; a failure to receive significant revenues from customers in recently built out or acquired data centers; a failure to complete any financing arrangements contemplated from time to time; competition from existing and new competitors; the ability to generate sufficient cash flow or otherwise obtain funds to repay new or outstanding indebtedness; the loss or decline in business from our key customers; risks related to our taxation as a REIT; and other risks described from time to time in Equinix filings with the Securities and Exchange Commission. In particular, see recent Equinix quarterly and annual reports filed with the Securities and Exchange Commission, copies of which are available upon request from Equinix. Equinix does not assume any obligation to update the forward-looking information contained in this press release.

Per ulteriori informazioni
LEWIS
Gabriele Sciuto / Valentina Zunino
EquinixIT@teamlewis.com
T: 02 36531375
M: 335 5993284 / 337 1114508